Studio di fattibilità per la realizzazione di un canale scolmatore della portata di piena dello scolo consorziale “Rio Roveto” in località Sant’agata nel comune di Santarcangelo di Romagna

Committente: Prom.Ed S.r.l.
Località: Santarcangelo di Romagna
Anno: 2017
Prestazione: Studio di fattibilità

Su commissione della società attuatrice del PUA “San Bartolo” nelle vicinanze del canale consorziale Rio Roveto è stato predisposto questo Studio di fattibilità ponendosi l’obiettivo di individuare la soluzione tecnica più idonea per la messa in sicurezza idraulica della frazione di Sant’Agata nel Comune di Santarcangelo, nella quale lo stesso PUA è inserito. In tale frazione infatti si sono verificati significativi allagamenti in occasione di recenti eventi meteorici di particolare intensità.

Nel suo percorso il Rio Roveto attraversa l’abitato in località Sant’Agata, che, a partire dalla via A. Costa, si sviluppa per circa 500 metri lungo la via San Bartolo. Proprio in corrispondenza di questo abitato il fosso presenta una sezione tombinata con tubazione in cls DN1200 mm. Tale tombinamento ha una lunghezza di circa 420 metri e rappresenta un elemento di forte criticità idraulica essendo inadeguato idraulicamente a fare defluire la portata che proviene dal bacino agricolo di monte. A valle dell’abitato e della via San Bartolo il Rio Roveto ritorna a cielo aperto con sezione trapezoidale.

Parallelamente al Rio Roveto è presente un fosso interpoderale che drena le acque di un bacino di estensione pari a circa 30 ettari, dimensioni non trascurabili ai fini del presente studio. Infatti questo fosso si immette nella fognatura urbana di via San Bartolo tramite un collettore DN600/800 la cui imboccatura si trova in corrispondenza del piccolo parco urbano in adiacenza alla via Marino Della Pasqua. Anche questa tombinatura si rivela insufficiente per eventi meteorici anche di media intensità. Pertanto, per una completa messa in sicurezza idraulica dell’abitato di via San Bartolo si è ritenuto opportuno allargare gli obiettivi dello Studio includendo anche questo bacino e le opere necessarie alla sua corretta regimazione.

A seguito di incontri e sopralluoghi effettuati congiuntamente con i tecnici del Consorzio di Bonifica e dell’Amministrazione comunale, si è pervenuti alla definizione di una soluzione di progetto che prevede:

  • Realizzazione di un canale scolmatore del Rio Roveto con punto di derivazione posto più a valle possibile a ridosso dell’abitato;
  • Realizzazione di un canale scolmatore del fosso interpoderale con deviazione delle portate scolmate al manufatto di derivazione dello scolmatore del Rio Roveto di cui sopra;

Planimetria di progetto dei canali scolmatori

Profili longitudinali di progetto

 

Per definire i tracciati dei canali si è fatto riferimento alla presenza di fossi già esistenti e ai confini di proprietà dei lotti in modo da non alterare per quanto possibile l’assetto attuale dei fondi agricoli sui quali insistono le opere di progetto.

Articoli correlati:

Opere di difesa idraulica dello stabilimento produttivo della ditta Fontanot a Cerasolo di Coriano (...
Realizzazione di uno scolmatore per l’intercettazione delle portate meteoriche provenienti dal versa...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *